Crea sito

La crescita del volontariato in Italia: mappa della diffusione

In base ai dati forniti dal Censimento delle istituzioni non profit 2011 in Italia, al 31 dicembre 2011 risultavano attivi circa 4.758.000 volontari.
Un numero in crescita rispetto ai dati del 2001 del 43,5% su base nazionale ma con differenze molto accentuate tra regione e regione.
Nel Lazio e nel Trentino Alto Adige il numero dei volontari è più che raddoppiato, con una crescita rispettivamente del 137% e del 125,1%. La crescita risulta invece modestissima in Campania, +2,4%, in Sardegna, + 3,9% e in Puglia, +4,2%.

Qui il Dataset

Oltre agli ambiti di intervento tradizionali quali la sanità, l’assistenza sociale, la cooperazione e solidarietà internazionale, la cultura, lo sport e la tutela dei diritti, il volontariato sta ampliando la proprio raggio di azione anche in settori innovativi quali la tutela e valorizzazione dei beni comuni, la promozione dello sviluppo economico e della coesione sociale.
Per quanto riguarda la diffusione territoriale del volontariato i dati evidenziano sostanzialmente il centro e il nord avanti rispetto al Meridione. Le province autonome di Bolzano e Trento guidano la classifica italiana, rispettivamente, con il 30,1% e il 19,7% di volontari sul totale dei residenti. Nell’Italia centrale spicca il dato della provincia di Siena con il 18,1%. Nel sud e nelle isole la percentuale dei volontari in rapporto alla popolazione registra generalmente valori molto più bassi anche se in alcuni casi, come le province della Basilicata e della Sardegna, i valori sono leggermente più alti, prossimi al 8%. I dati relativi alla popolazione residente sono estrapolati dal Censimento Generale della Popolazione del 2011.

Visualizza la mappa a Qui il schermo intero