Crea sito

Come è cambiato il turismo in Italia

Il turismo in Italia

Nel decennio 2001 – 2011 le presenze turistiche sono cresciute, in media, in Italia del 10% attestandosi a circa 386 milioni. Il Piemonte e la Puglia sono le regioni dove le presenze sono cresciute maggiormente, rispettivamente il 48 e il 45 %. Una flessione nel numero delle presenze si è verificata solamente in cinque regioni. Tra di esse spicca il dato negativo delle Marche dove le presenze sono crollate del 17%.

Nel 2011 il Veneto si confermava la regione con le maggiori presenze, circa 63 milioni, seguito dal Trentino – Alto Adige con circa 44 milioni e la Toscana con oltre 43 milioni. Fanalino di coda il Molise con meno di 700 mila presenze annue e la Basilicata con quasi 2 milioni di presenze turistiche.



I servizi di alloggio per il turismo in Italia *

L’analisi dei dati del Censimento ISTAT dell’Industria e dei Servizi, relativamente ai servizi di alloggio, delinea uno scenario variegato. Nel decennio 2001 – 2011 la maggior parte delle regioni italiane ha registrato una crescita delle unità dei servizi di alloggio. Una flessione si è registrata solamente in alcune regioni del nord. Il Trentino – Alto Adige è la regione italiana che nel 2011 aveva il maggior numero di alloggi 7.025, ma anche la regione che ha registrato la flessione più significativa, pari al 16%, rispetto ai dati del 2001. La Sicilia è invece la regione che ha avuto la crescita più sostenuta dei servizi di alloggio con un tasso medio del 87%. Le regioni che nel 2011 possedevano il minor numero di alleggi sono il Molise, 174 attività di alloggio e la Basilicata, 304 attività di alloggio. Nel 2011 era invece il Veneto la regione che vantava le maggiori presenze turistiche per alloggio, oltre 18 mila, seguito dal Friuli Venezia Giulia con quasi 13 mila presenze per alloggio. In fondo alla classifica il Molise con circa 4 mila presenze per alloggio. Confrontando le presenze turistiche per alloggio tra il 2001 e il 2011 si osserva che la maggior parte delle regioni italiane registrano una decrescita in valori assoluti. Le perdite maggiori si hanno in Sicilia. Una crescita delle presenze per alloggio si registra solamente in otto regioni la maggior parte delle quali localizzate nel centro-nord. Da sottolineare la crescita registrata in Trentino – Alto Adige e in Piemonte.


Presenze turistiche per alloggio

Sul fronte dell’occupazione, confrontando il numero degli addetti del 2001 con il numero degli addetti del 2011 si evidenzia un’Italia tinteggiata a macchie di leopardo. Circa la metà dei 5440 comuni italiani rilevati ha registrato un aumento del numero degli addetti nel decennio 2001 – 2011, mentre i comuni che hanno registrato una diminuzione rappresentano il 43%. I comuni che non hanno subito variazioni nel numero degli addetti sono invece 359 pari al 7%. Tendenzialmente, le regioni dove si è verificata una crescita più omogenea dell’occupazione sono il Trentino – Alto Adige, la Valle d’Aosta, la Toscana e la Sicilia.

legenda-turismo


I servizi di ristorazione per il turismo in Italia *

La regione italiana che nel 2001 vantava il maggior numero di attività legate ai servizi della ristorazione è la Lombardia con circa 39500 esercizi seguita dal Lazio con quasi 25000 esercizi. Nel periodo considerato 2001 – 2001 tutte le regioni italiane hanno registrato una crescita dei servizi di ristorazione ma con differenze marcate tra il centro-nord dove la crescita è stata più contenuta rispetto alle regioni centro – meridionali che hanno registrato tutte tassi superiori al 20%. La Puglia è la regione dove le attività di ristorazione sono cresciute di più, con una percentuale in media del 49% mentre in Friuli – Venezia Giulia, fanalino d’Italia, la crescita è stata solamente pari al 7%.


Il confronto dei dati relativi all’occupazione, nel decennio 2001 – 2001, evidenza invece una crescita degli addetti in tutte le regioni italiane.

legenda-turismo

Dataset

* Il turismo in Italia . I dati relativi ai servizi di alloggio e di ristorazione sono relativi alle sedi aziendali. I servizi di alloggio, sulla base della classificazione ATECO 2007, comprendono le strutture che forniscono alloggio per brevi periodi a visitatori e viaggiatori. La divisione comprende alberghi e strutture simili, alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni, aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, altri alloggi. È inclusa anche la fornitura di alloggi per periodi di tempo più lunghi a studenti, lavoratori e figure simili. Alcune strutture forniscono unicamente alloggio, mentre altre forniscono una combinazione di alloggio, pasti e/o servizi accessori. Questa divisione esclude le attività connesse alla fornitura di alloggio per lunghi periodi, in strutture quali appartamenti, generalmente affittati mensilmente o annualmente. Le attività dei servizi di ristorazione includono le attività che forniscono pasti completi o bevande per il consumo immediato, sia in ristoranti tradizionali, self-service o da asporto, che in chioschi permanenti o temporanei con o senza posti a sedere. L’aspetto decisivo è che vengono forniti pasti per il consumo immediato, indipendentemente dal tipo di struttura che li offre. È esclusa la fornitura di pasti non preparati per il consumo immediato o che non siano prodotti per essere consumati immediatamente o di cibo preparato che non può essere considerato un pasto. È inoltre esclusa la vendita di alimenti non prodotti in proprio che non possono essere considerati un pasto o di pasti non pronti per il consumo immediato. La divisione comprende: ristoranti e attività di ristorazione mobile, fornitura di pasti preparati (catering) e altri servizi di ristorazione, bar e altri esercizi simili senza cucina.

Versione HTML

Album dei palloni d’oro della storia del calcio

Una rappresentazione interattiva per scoprire quali sono i palloni d’oro che hanno inciso in maniera indelebile il loro nome nella storia del calcio europeo e mondiale.
I palloni d’oro sono stati istituiti nel 1956 dalla rivista sportiva France Football e assegnati annualmente ai giocatori più forti del calcio europeo.
Dal 2010 il riconoscimento si è fuso col FIFA World Player of the Year, dando vita ad un nuovo premio denominato Pallone d’oro FIFA, organizzato congiuntamente da France Football e dalla FIFA.
La rappresentazione dei dati è resa con Simile Widgets Exhibit, un tool di visualizzazione open-source sviluppato da una estesa comunità di utenti.

Visualizza a schermo intero